venerdì 2 ottobre 2009

Il re del Cirque du Soleil in orbita nello spazio.

Guy Laliberte, fondatore e proprietario della celebre compagnia parte oggi - pagando 35 milioni di dollari - per la ISS. "Una missione multimediale e poetico-sociale", di Luigi Bignami

(Repubblica scienze online 30.09.09)


Promette 10 giorni di spettacoli Guy Laliberte, il prossimo turista-astronauta che oggi partirà alla volta della ISS (Stazione Spaziale Internazionale). Laliberte infatti, è il fondatore e proprietario del Cirque du Soleil ed è lui stesso un artista del circo. Che ha pagato 35 milioni di dollari per il suo viaggio tra le stelle.

Laliberte ha 50 anni ed è un acrobata professionista e il primo turista spaziale canadese. "La mia - ha detto - sarà una missione "poetica-sociale" e sarà un evento multimediale, il primo dallo Spazio verso la Terra, al quale parteciperanno vari artisti di tutto il mondo. Il nostro tema sarà la situazione dell'acqua sul nostro pianeta".

Laliberte partirà a bordo di una navicella russa Soyuz dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan. Lascerà la Terra con altri due cosmonauti, l'americano Jeff Williams e il russo Maxim Suraev, che rimarranno sulla ISS per una missione di lunga durata. Il "turista", invece, resterà nello spazio per 12 giorni.

Il "clown dello spazio" iniziò la sua carriera tra le strade di mezza Europa come trampoliere e mangiatore di fuoco. Poi, nel 1984, fondò il Cirque du Soleil che è diventato particolarmente famoso in tutto il mondo per l'elevata professionalità degli artisti che vi lavorano.

Laliberte, oltre ad essere un artista, ha maturato una forte passione per i problemi sociali. Nel 2007 ha fondato la "Fondazione ONE DROP", che si prefigge di combattere la povertà e soprattutto di dar modo di portare acqua potabile là dove non è ancora raggiungibile.

"Certamente lassù non potrò esibirmi come mangiatore di fuoco , ma sicuramente indosserò il mio naso rosso e se riuscirò lo farò indossare anche ad altri astronauti. Il naso rosso sarà il simbolo della mia missione, ma è anche ciò che mi permette di ricordarmi ciò di cui non mi dimenticherò mai. E cioè che sono stato un bambino. Io non sono un astronauta professionista e quindi anche lassù rimarrò ciò che sono: un artista, un creativo".

E così il 9 ottobre, quando in Italia saranno le 2 di notte, egli ha pianificato un momento che ha definito di "magico racconto sull'acqua", che verrà diffuso in diretta dal sito web della sua Fondazione. Nel frattempo artisti di 14 città del pianeta realizzeranno uno spettacolo dal vivo di fronte a giganteschi schermi. Vi parteciperanno, tra l'altro, Al Gore, Peter Gabriel, Shakera e gli U2.

Il "clown dello spazio" è il sesto turista spaziale a salire a bordo di una navicella Soyuz per raggiungere la ISS. Il primo fu Tennis Tito, statunitense che ottenne un passaggio il 6 maggio del 2001. Charles Simonyi è l'ultimo della serie ed è stato l'unico ad ottenere un duplice periodo di vacanza, nel 2007 e ad aprile del 2009.

(http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/scienze/soleil-spazio/soleil-spazio/soleil-spazio.html)

Posta un commento